Calcolo Mutuo Finanziarie

Calcolo Mutuo Finanziarie
Il mutuo di una finanziaria prevede il pagamento di un costo, gli interessi, sebbene non siano l’unico costo. Nel caso del mutuo, il tasso applicato può essere fisso, variabile o misto.

Il mutuo erogato dalle finanziarie è un prestito a titolo oneroso, come tutti gli altri tipi di finanziamento. Da ciò si desume che il debitore sarà tenuto a pagare un costo, per ottenere una determinata somma con il mutuo.

Il costo di un mutuo è dettato principalmente dagli interessi, maturati sulla somma avuta in prestito, fino al momento del pagamento della rata.
Ciò significa che ciascuna rata sarà costituita da una quota di capitale e da una quota di interessi. Nel caso di un tasso fisso, con conseguente rata costante, il capitale tende a crescere durante il periodo del rimborso, mentre la quota degli interessi tende a diminuire, in quanto, man mano che le rate vengono pagate, essi incidono su un capitale sempre più basso.

Tuttavia, nel caso di un mutuo, il tasso applicato può anche essere variabile, ossia aumentare, se i tassi di mercato aumentano, diminuire se i tassi di mercato sono in calo.
In particolare, nell’Eurozona, i tassi sui mutui sono legati all’andamento dell’Euribor.

Se il tasso è variabile, non è possibile conoscere a priori l’importo della rata che si andrà a pagare, in quanto essa non è costante. Nei periodi di tassi calanti, le rate del mutuo si abbassano, altrimenti crescono.

Esiste, poi, una soluzione compromissoria per il calcolo della rata del mutuo, se a tasso variabile. Il compromesso consiste nella sicurezza di conoscere l’importo della rata con certezza, pur in presenza dei benefici eventuali di un tasso variabile. In pratica, la rata viene sempre mantenuta costante, ma a variare è il periodo del rimborso, che può diminuire, se i tassi si abbassano, o allungarsi, se i tassi sono in rialzo.

Altra tipologia di tasso applicato per il calcolo della rata è quella mista, con la possibilità per il mutuatario di passare dal tasso fisso al tasso variabile o viceversa, a seconda della convenienza, durante il periodo di rimborso del mutuo. A volte, il numero dei passaggi dall’uno all’altro sistema è limitato, così come possono essere previsti periodi di anni, durante i quali tali passaggi non sono consentiti.